BOLLETTINO CREATIVO nr.8

BUON ANNO!

Mancano circa 218 giorni all’inizio dei Giochi Olimpici di Parigi che vogliono regalarci nuove emozioni

Si ricomincia con nuove idee, prospettive seguendo il flusso delle sensazioni e delle intuizioni. Stiamo progettando nuovi percorsi, senza tradire il nostro credo primario , gentilezza e buon esempio. Come ha scritto il nostro caro Albert Einstein “Dobbiamo sempre agire al meglio delle nostre possibilità. Questa è la nostra sacra responsabilità”.

E in questo sentirsi vivi, diventa fondamentale darci degli obiettivi per questo 2024, mettendoci nella condizione di poterli raggiungere. Come? Facendo spazio , eliminando ciò che è superfluo, che ci soffoca e che non ci permette di avere il giusto tempo per noi. Basta tenere, molliamo anche se tutto ciò ci fa temere di non avere più il controllo di nulla. A volte questa sorta di destabilizzazione  crea incertezza……. Ma c’è una forza incredibile, solo se siamo pronti a tutto, tutto può accadere.

La voglia viene facendo anche se non si è ispirati. Non possiamo controllare la nostra creatività, però possiamo metterci nella condizione di essere pronti quando arriva. Buon inizio a tutti


BOLLETTINO CREATIVO nr.7

Ultime News!!!!!!

Edvige sta sorvolando cielii illuminati e infiniti, sempre alla ricerca di terreni fertili e spazi interessanti e creativi.

La sede dell’ASD Edvige361gradi ha acquisito una nuova denominazione “MAZZINI LAB”, nome collegato ad un requisito di intimità spaziale che è condivisione anche di uno spazio fisico e luogo in cui si sviluppa l’empatia.

Lo spazio condiviso permette agli uomini di scambiare opinioni mettendole a confronto attraverso la contaminazione delle idee, di risolvere i problemi in modo collaborativo per alimentare interazioni intelligenti. Perché esercitare l’intelligenza sociale e l’empatia è una parte essenziale e corroborante dell’esperienza umana. L’ultimo Team Building, bellissimo ed emozionante ci ha fatto sperimentare questo.

Stanno arrivando messaggi che ci stanno dando nuove chiavi di lettura su dove andare e come andare.

Ultimo mese dell’anno ed è naturale tirare le somme di ciò che ha funzionato e non.

Parola d’ordine: Tagliare ciò che non è necessario e potare per rendere migliore il frutto.

Buon Cammino e siate sempre grati.


BOLLETTINO CREATIVO nr.6

Si va avanti.

Questa settimana è scattato qualcosa. Si è  avvertita una nuova  vitalità, quella meraviglia di pensare a  persone che si sono affacciate alla nostra porta e  di dire loro «Voglio fare una cosa con te», oppure «Credo che tu mi possa aiutare con questo problema», e la luce che si accende dall’altra parte, quando il nostro interlocutore risponde «Wow! Fammi pensare come farlo».

È aprirsi alla possibilità di trovare nuovi compagni di viaggio. È spalancare la porta di casa, gridare e scoprire che qualcuno risponde ed è pronto a scendere a giocare con noi 🔥.

Se gli altri si rifiutano di rispondere al nostro invito, siamo noi che possiamo scegliere se rimanere con la casa vuota o se provare ad invitare altre persone che restano meravigliate di questa attenzione.. Questi nuovi inviati è probabile che si sentano un po’ inadeguati perché mai nessuno avrebbe pensato a loro e non servono semplicemente a sostituire chi non si è presentato. Forse non avranno l’abito della festa (esteriore) o non si sentiranno adeguati… anche se il Re guaritore sta dando loro questa possibilità di riconoscersi e di essere grati
 I dubbi ci sono e ci accompagnano .

A rifletterci bene è ovvio: come possiamo essere fieri di qualcosa che ci lascia insoddisfatti? O determinati circa una scelta piena di dubbio?

Visti sotto una luce diversa, dubbi e insoddisfazione sono proprio gli stimoli che ci aiutano a scegliere meglio, a eccellere in quello che facciamo.

E allora (e lo dico a me stessa, soprattutto) non demonizziamoli, anzi: abbracciamoli, facciamoli nostri e ringraziamoli per l’aiuto prezioso che ci danno.

Un consiglio : Smantelliamo tutto quello che non funziona, facciamolo a pezzettini e salutiamolo o rimettiamolo in sesto. Non c’è modo migliore per essere creativi. A bientot


BOLLETTINO CREATIVO nr.5

Buongiorno a tutti voi. Abbiamo ricominciato sulla base di una esperienza (vissuta l’anno scorso) che ci ha fatto abbastanza tribolare ma molto formativa perché ci ha fatto parecchio crescere. Siamo stati rapiti dall’entusiasmo di un team che si sta rivelando voglioso di fare una esperienza diversa, di mettersi in gioco diventando imprenditori di se stessi e soprattutto di ascoltare. Ci sembra un miracolo!!!! Alcuni di voi hanno scelto di andare in altre direzioni e pur rispettando le personali scelte, ci rendiamo conto sulla nostra pelle che a volte scegliamo la strada più semplice perché non vogliamo prenderci troppa responsabilità e citiamo a proposito una frase di Albus Silente: “Sono le scelte che facciamo Harry, che dimostrano quel che siamo veramente, molto di più delle nostre capacità”Il volo di Edvige continua anche se a volte può sembrare che segua delle linee un po’ sghembe e poco tradizionali per un uccello notturno, predatore ma molto saggio.Accanirsi nella direzione sbagliata. Abbiamo passato l’ultimo anno a cercare di sistemare il problema della condivisione e del team building e di risolvere le problematiche di tutti….. tutto questo ci ha fatto andare al manicomio, cercando di trovare nuove risorse e soprattutto investendo tantissime energie. Il risultato? Abbiamo perso di vista la funzione di Edvige e molti dubbi sono rimasti e nel dubbio, seguiamo quello che volevamo fare davvero.Non penso sia la soluzione a tutti i mali però, quando siamo in difficoltà, vale la pena provare: torniamo al motivo primordiale per cui abbiamo preso una certa strada. Cosa volevamo fare? Come volevamo contribuire al mondo? Magari la soluzione era già lì, a portata di mano.

Buon cammino a tutti


BOLLETTINO CREATIVO nr.4

Come avete notato, ci siamo presi una bella pausa. Dopo l’esperienza incredibile vissuta a Ferentillo, la sfida  più grande di questo periodo estivo, ed è comico visti tutti gli imprevisti e gli sconvolgimenti che ci sono stati, è stata staccare veramente.

Che settembre sarà? Un mese pieno di lanci e slanci (in tutti i sensi). Qualcuno se ne è andato, qualcun altro è arrivato.

Riflessioni estive: Abbiamo lavorato tanto la passata stagione, con poco risultato concreto, sperimentando e non riuscendo a risolvere completamente i problemi che ci sono arrivati, nodi che ancora sussistono. Ci siamo chiesti ma perchè abbiamo faticato tanto? Quali sono gli aspetti importanti da tenere presente e tanto importanti? La sensazione è quella di rientrare a casa per dover affrontare una polizia profonda. Abbiamo un po’ perso la nostra creatività, accanendoci su contenuti sociali inutili e ne siamo usciti travolti, perdendo di vista l’obiettivo : essere imprenditori di noi stessi.

Si ricomincia, salutando e ringraziando per chi ha scelto un’altra strada

CI SENTIAMO PRESTISSIMO


BOLLETTINO CREATIVO Nr.3

Archiviata la stagione 2022/23, sofferta e molto complicata, si va verso una estate rigeneratrice per ciascuno di noi, in corpo e in spirito. Si è imparato molto e tutte le cadute sono stati spunti di riflessione perché dobbiamo tutti quanti crescere. Abbiamo perso qualcosa, sicuramente . Potrebbe sembrare che si è perso il tempo ad ascoltare gli altri, andando incontro ai bisogni e alle esigenze che si sono via via posti davanti a noi. Purtroppo il nostro tipo di accoglienza è stato scambiato per altro perché il nostro mood umano è quello di conquistare e possedere. D’altra parte se una persona non vuole ascoltare, hai voglia a parlare. Per saper ascoltare bisogna imparare a stare zitti. Non è stato semplice gestire un gruppo cosi eterogeneo , perché accogliere significa perdere un pò dell’ìipertrofia del nostro ego. E questo risulta un po’ difficile per la nostra proverbiale superbia. Noi non dobbiamo dimenticare quale è la nostra essenza: essere in relazione.

Ancora dubbi su come procederà e in quale direzione volerà Edvige. Nel frattempo si va a Ferentillo dove continueremo a sperimentare ciò che di bello offre quel luogo.

Buona estate e siate sempre intraprendenti e gentili.


BOLLETTINO CREATIVO Nr.2

Tempi di cambiamento! C’è il sapore della rivoluzione nell’aria, non sappiamo bene dove e come osare eppure sentiamo che lo stomaco ha il solletico e qualcosa si sta trasformando. La creatività è un fuoco che infiamma, esce e contagia e da qualche parte arriverà e poi chissà quell’energia ritornerà indietro. Abbiamo voglia di raccontare che cosa è la disciplina dell’essere creativi, il riconoscersi e applicare questo fuoco e nutrirlo, il nostro e di chi vuole avvicinarsi. Creatività è anche stare nel disagio. Non omologhiamoci. La notte è più buia prima dell’alba e bisogna imparare a starci dentro e ad avere fede che si, ci sarà un’altra alba. Non concentriamoci troppo sul ricevere. Sempre intraprendenti.


BOLLETTINO CREATIVO Nr.1

Abbiamo deciso di creare un bollettino creativo, iniziando da questo mese di maggio 2023. Perché? I tempi sono maturi per scrollarci di dosso ciò che è diventato superfluo, eliminare la zavorra che non permette di andare avanti.  E’ nata un’esigenza di mettere in luce, di evidenziare nuove strategie e nuove prospettive perché le traiettorie di volo che Edvige sta compiendo siano più creative e libere, nell’universo. Dopo le ultime vicissitudini, tra abbandoni, voltafaccia e altre complicanze, l’ottima riuscita del Team Building, ci ha rincuorato e dato una nuova linfa. Complicanza fa rima con Claudicanza ma anche Perseveranza fa rima con Speranza.

Qualcosa di grosso si sta muovendo. Spesso ci leghiamo a persone che con cui nel progredire del tempo, diventiamo disallineati (o con cui non siamo mai stati allineati o forse abbiamo creduto di esserlo) e in questo modo ci si limita a vicenda. Abbiamo scoperto che ci vuole molto coraggio a vedere questo limite e ad ammetterlo. Coraggio anche di tagliare i rami secchi che creano dispersione di energia. Edvige ha necessità di volare più in alto e andare oltre i suoi 361gradi.

C’è un tempo per stare fermi e c’è un tempo per muoversi. Tagliare i rami secchi è morte e rinascita.